Descrizione

Fatto costruire da Gaio Fufio Gemino negli anni precedenti il 23 d.C., sfrutta il pendio del colle secondo modalità costruttive di origine greca.

Fu realizzato in opera laterizia con nucleo cementizio, e subì dissesti già in epoca antica a causa di movimenti franosi. Le sue imponenti dimensioni testimoniano l’importanza di Urbs Salvia in epoca augusteo-tiberiana e la sua monumentalità contribuì notevolmente all’esaltazione dell’immagine della città, dominando il foro con un imponente effetto scenografico.

Durante le campagne di scavo, avviate già nel XVIII sec., furono rinvenuti, tra l’altro, una testa di Apollo, due statue acefale una femminile ed una raffigurante un personaggio togato, conservate presso il Museo Archeologico statale di Urbisaglia.

E’ realizzato in opera laterizia; della scena si conservano le fondazioni, gli alloggiamenti per i macchinari e le canalizzazioni per lo sgombero delle acque. Fra i materiali recuperati, particolare interesse storico rivestono la testa apollinea e 2 statue.

Indirizzo

Contrada Anfiteatro, Urbisaglia

Sede

    Modalità di accesso

    Le modalità di accesso ai servizi si riferiscono alle diverse opzioni e misure messe in atto per consentire a tutte le persone di usufruire dei servizi offerti.

    Orario

    Orario visite guidate (0733.512648 Comune di Urbisaglia – 0733.202942 MERIDIANA SRL)

    Annotazioni

    Costruzione : Prima del 23 d.C.

    Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

    Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

    Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?

    Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?

    Vuoi aggiungere altri dettagli?

    Inserire massimo 200 caratteri